Home

- 

------------------------------------------------------------------------- bosco di carta

 -

Sardegna, estate 2021. 

Gli incendi nel Montiferru sono arrivati fino al mare e centinaia e centinaia di ettari di bosco sono andati distrutti come se fosse un “bosco di carta”.

Questo evento è stato il volano di uno spettacolo fortemente e volutamente ecologista.

Tra fantasia e realtà la storia è quella della giovane turista Samuela, che dalle spiagge del Sinis, in Sardegna, zaino in spalla decide di allontanarsi dal mare e avventurarsi nelle montagne del Montiferru.

Samuela giunge in un ovile dove conosce un vecchio pastore, Tziu Antoni, che oltre a pascolare le pecore, dimesso e sorridente, passa le giornate nei boschi a far buchi per terra per seminare ghiande.

Tziu Antoni, nello spettacolo, assumerà le sue vere sembianze di folletto e le ghiande diventeranno i nuovi alberi del bosco.

Wolik, venuto apposta dal nord del mondo per salvare i nostri boschi, insegnerà a Samuela e a tutti noi a conoscere e prendersi cura della natura e di tutti gli animali. Samuela conoscerà piante e cespugli, ascolterà i racconti degli animali, imparerà il loro linguaggio e diventerà la regina del bosco.  Solo lei, potrà salvare la natura dall’inciviltà di tutti quelli che continuano a sporcare i boschi e, peggio ancora a dargli fuoco.

Wolik, l’essere soprannaturale dei boschi, potrà solo insegnarci a vivere in simbiosi con la natura ma sarà l’uomo che con il suo arbitrio, dovrà apprezzare, rispettare e tutelare l’ambiente che ci circonda.

  - -


testo e regia di  Aldo Sicurella
-
con Noà Giobbe e Marianna Pinna
 -
scenografia di Piero Bonaccurso
-
musiche di scena di Cristina Greco
-
alberi e animali di Pietro Bonaccurso

consulente lingua sarda Giovanni Mura
-
attrezzeria e sartoria Stella Iodice
- 
una coproduzione Teatro Instabile Paulilatino - Teatrop Lamezia Terme

Scheda artistica adobe-pdf-icon1
Locandina adobe-pdf-icon1
Video promo icona video

Sardegna, estate 2021. 

Gli incendi nel Montiferru sono arrivati fino al mare e centinaia e centinaia di ettari di bosco sono andati distrutti come se fosse un “bosco di carta”.

Questo evento è stato il volano di uno spettacolo fortemente e volutamente ecologista.

Tra fantasia e realtà la storia è quella del giovane turista Samuele, che dalle spiagge del Sinis, in Sardegna, zaino in spalla decide di allontanarsi dal mare e avventurarsi nelle montagne del Montiferru.

Samuele giunge in un ovile dove conosce un vecchio pastore, Tziu Antoni, che oltre a pascolare le pecore, dimesso e sorridente, passa le giornate nei boschi a raccogliere la spazzatura, lasciata dagli uomini incivili, e a far buchi per terra per seminare ghiande.

Tziu Antoni, nello spettacolo, assumerà le sue vere sembianze, si trasformerà in un folletto e le ghiande diventeranno i nuovi alberi del bosco.

Sarà lui, Wolik il folletto dal nome buffo e bizzarro, venuto apposta dal nord del mondo per salvare i nostri boschi, che insegnerà a Samuele e a tutti noi a conoscere e prendersi cura della natura e di tutti gli animali.

Assieme a Wolik, Samuele conoscerà piante e cespugli, ascolterà i racconti degli animali, imparerà il loro linguaggio e, del nostro bosco, ne diventerà il Re, si … il Re del bosco.  Solo lui, uomo del mondo e Re, potrà salvare la natura dall’inciviltà di tutti quelli che continuano a sporcare i boschi e, peggio ancora a dargli fuoco.

Samuele sarà orgogliosamente incoronato, dai bambini del pubblico, primo cittadino del Montiferru e, tra canti, filastrocche e balli, svelerà e racconterà a tutti i bambini i segreti del vivere in armonia con la natura, la montagna e gli animali.

Wolik, l’essere soprannaturale dei boschi, potrà solo insegnarci a vivere in simbiosi con la natura ma sarà l’uomo che con il suo arbitrio, dovrà apprezzare, rispettare e tutelare l’ambiente che ci circonda.

 

La scena dello spettacolo è realizzata su di un tappeto sistemato al centro dello spazio dove si farà la rappresentazione.  Al centro della scena saranno posti gli alberi del bosco intorno ai quali si muoveranno gli animali, (il cinghiale, il leprotto, la gallina, il cane, il falco, un gruppo di agnelli e una pecora) e tutti andranno ad interagire con Samuele; sarà il folletto Wolik che animerà e darà la voce a tutti gli animali. I bambini, posizionati ai lati del tappetto assisteranno e parteciperanno alla nascita del grande bosco del Montiferru e al ritorno di tutti i suoi animali. Quel bosco, dapprima arido e pieno di alberi bruciati, diventerà magico e, sotto la guida del folletto Wolik e di Samuele, si trasformerà in un bosco incantato ed acquisterà la brillantezza di un cielo di stelle.

La tecnica è quella del teatro d’attore con animali, oggetti e alberi realizzati dall’artista scultore Piero Bonaccurso di Lamezia Terme con tecnica mista: Cartapesta giapponese, Cartonaggio, Kirigami, tecnica del piegare la carta e ritagliare e Collage ovvero l’arte di incollare la carta già colorata.

Iscrizione newsletter

Iscrivi la tua e-mail:

INFORMATIVA
Utilizziamo i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie cookie policy
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information

LOCANDINA 3 EURO DI TEATRO

“1984-2014:

la lunga storia isolana.

Il Teatro Instabile

cresce in Sardegna”

 --

Evento Instabile

--

guarda video 2bp01j93

poesia Aldo

Chi è online

 22 visitatori online

 -

-

________ SEGUICI SU ________ 

  -

Loghi social  facebook Loghi social  youtube Loghi social  twitter Loghi social  Istagramm

- 

Logo fondazioneTGD SfondoBianco  

Modulo sito aldo

PARTNER        
MiC BNComune BNFondazione BNFondazione di Sardegna bn1Ras BN new doppia scritta new

-

INFORMATIVA
Utilizziamo i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie cookie policy
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information